Dimora

- Palazzo borghese
- Sette appartamenti
- Piscina
- Spa
- Grande terrazzo
- Aria condizionata
- Free wifi
La ristrutturazione, curata dagli architetti Roberta Chieppa, Pino Cimino e Nicola Di Stefano dello studio XX03 di Andria, è stata lunga e attenta, ha conservato gli spazi originali della casa e recuperato nel loro splendore i bellissimi pavimenti decorati in gettata di graniglia e le straordinarie decorazioni sulle volte a stella e sulle pareti. Il grande salone in stile Impero è stato restaurato con attenzione filologica e conservando gli arredi d’epoca.
In questo meraviglioso scrigno, troverete un arredamento vintage e di design, con mobili di Osvaldo Borsani, Giuseppe Pagano, Paolo Buffa, Ilmari Tapiovaara, Enzo Mari, Scarpa e con luci di Angelo Lelii, Gio Ponti e Max Ingrand.

Un elemento architettonico nuovo, armonicamente inserito e rispettoso della storia di questa dimora incantata, è la scala che collega il giardino al vasto terrazzo: è in acciaio, bianca, essenziale e con un ballatoio che corre lungo la casa e da cui si gode la vista della piscina e del grande aranceto. Un grande pannello totemico richiama le luminarie delle feste di paese. La linee leggere del parapetto, lasciate libere nella parte inferiore, formano archi decorativi. Il parapetto ad ogni ora disegna lunghe ombre sulla facciata e ricorda una tenda bianca stesa al sole che si muove leggera nel vento.

Il felice innesto di elementi contemporanei si completa con i lavori di Genuardi/Ruta, il duo formato dai giovani artisti siciliani Antonella Genuardi e Leonardo Ruta: ATEN 2020 EF, l’intervento pittorico sulla grande volta d’ingresso alla dimora, che viene esaltata e ruotata dalle decise campiture di colore e tre pavimenti che scoprirete nella casa.

Read More